Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK
iic_tokyo

L’Italia di Shakespeare

Data:

04/04/2016


L’Italia di Shakespeare

Conferenza di Nadia Fusini

 

L'Italia è una location alla moda nel Rinascimento inglese. Un'ondata di cosmopolitismo trionfa a Londra alla fine del Cinquecento, grazie all'interesse per l'umanesimo italiano, per l'arte, la lingua e la cultura di un paese percepito insieme come esotico e raffinato. Milano, Verona, Mantova, Venezia, Napoli, Messina sono per Shakespeare luoghi mentali, prima che tappe di un viaggio che nella realtà non ha mai compiuto; scene immaginarie che perfettamente si adattano alle trame dei racconti che riprende dalla tradizione comica e novellistica italiana. 

 Per informazioni rivolgersi a Istituto Italiano di Culturaeventi.iictokyo@esteri.it Tel. 03-3264-6011 (int.13, 29)  Per prenotare, inviare una mail con nome, cognome, n. di partecipanti e recapito telefonico all'indirizzo: eventi.iictokyo@esteri.it indicando in oggetto “Conferenza del 4 aprile 2016”

Nadia Fusini Si è laureata in Lettere Moderne all' Università La Sapienza di Roma, dove è stata allieva di Agostino Lombardo e Giorgio Melchiori. Ha fatto ricerca presso lo Shakespeare Institute di Birmingham e ha studiato sotto la guida del prof. Frank Kermode al King's College di Cambridge. Ha insegnato Lingua e Letteratura Inglese prima a Bari, poi alla Facoltà di Scienze Umanistiche della Sapienza, a Roma, dove ha tenuto la cattedra di Critica e Filologia Shakespeariana. Dal maggio 2003 al dicembre 2005 ha diretto il Centro Interuniversitario di Ricerca Fenomenologia e Arte (CIRFA). Attualmente insegna Letteratura Inglese e Letterature Comparate presso la Scuola Normale Superiore.È docente dell'Istituto Freudiano. Dirige la collana Piccola Biblioteca Shakespeariana presso l'editore Bulzoni di Roma. Fa parte dell'editorial board della rivista online Memoria di Shakespeare. A Journal of Shakespearean Studies. Collabora alle pagine culturali de La Repubblica. Ha tradotto e commentato molti grandi autori, tra cui Virginia Woolf (Premio Mondello 1995 per la traduzione di Le onde), John Keats, Shakespeare, Samuel Beckett, Mary Shelley, Wallace Stevens (Premio Achille Marazza 1996). Ha curato i due volumi dei Meridiani Mondadori dedicati a Virginia Woolf (Milano, 1998).

OpereLa passione dell'origine, Bari, Dedalo, 1981Nomi, Milano, Feltrinelli, 1986 (nuova edizione ampliata con due nuovi saggi, Roma,   Donzelli, 1996), Premio Donna Città di Roma 1986Due. La passione del legame in Kafka, Milano, Feltrinelli, 1988La luminosa. Genealogia di Fedra, Milano, Feltrinelli, 1990B&B. Beckett e Bacon, Milano, Garzanti, 1994Uomini e donne, Roma, Donzelli, 1995I volti dell'amore, Milano, Mondadori, 2003Donne Fatali. Ofelia, Desdemona, Cleopatra, Roma, Bulzoni, 2005Possiedo la mia anima. il segreto di Virginia Woolf, Milano, Mondadori, 2006 (premio Comisso per la Biografia, 2006)W.Shakespeare, La Commedia degli errori, Milano, Feltrinelli, 2008 (traduzione e cura)Di vita si muore. Lo spettacolo delle passioni nel teatro di Shakespeare, Milano, Mondadori, 2010 (Premio Napoli 2011). La figlia del sole. Vita ardente di Katherine Mansfield, Milano, Mondadori, 2012.Hannah e le altre, Torino, Einaudi, 2013 (Premio città di Pisa 2013)

Informazioni

Data: Lun 4 Apr 2016

Ingresso : Libero


682