Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK
iic_tokyo

Amor profano e Amor divino

Data:

29/10/2015


Amor profano e Amor divino

Concerto del Coro Canticum Novum diretto da Fabio Ciofini

Amore è forse la parola più usata e abusata al mondo: amore sacro e amor profano, il sentimento più difficile da vivere e da esprimere, il tema più ricorrente in letteratura, in musica e nell'arte. Un patrimonio artistico che narra l'amore in tutte le declinazioni e registri possibili, che raffigura scene e gesti simbolici e suggestivi dell’amore: sguardi, baci e abbracci, dolci o erotici, casti o intensi, romantici o passionali. Il programma della serata spazia dall’amore di Palestrina e di Banchieri per la Chiesa, a cui dedicarono la loro vita e la loro arte come maestri di cappella, compositori e uomini religiosi, a quello di Verdi e Rossini per l’opera per concludere con quello di A. Ramirez per l’uomo, la sua dignità, i suoi valori.

Programma

Coro da Camera Canticum Novum

G. P. da Palestrina (1525-1594) dalla Missa Aeterna Christi muneraKyrie, Gloria

A. Scarlatti (1660-1725) Exultate Deo

A. Banchieri (1568-1634) Capricciata e contrappunto bestiale alla mente

__________

Coro Polifonico Canticum Novum

Giuseppe Verdi (1813-1901) dal Nabucco (1842): Va pensiero

Gioacchino Rossini (1792-1868) Dal Mosè in Egitto (1818): Dal tuo stellato soglio

Ariel Ramirez (1921-2010) Misa Criolla Kyrie (Vidala Baguala) Gloria (Carnavalito Yaravì) Credo (Chacarera trunca) Sanctus (Carnaval Cochabambino – Baguala Tarijeña)Agnus Dei (Estilo Pampeano)

Da Navidad Nuestra La Peregrinacion (Hella) Los Reyes Magos (Takirari) 

Per informazioni rivolgersi a Istituto Italiano di Cultura Tel. 03-3264-6011 (int.13, 29) eventi.iictokyo@esteri.it Per prenotare, inviare una mail con nome, cognome, n. di partecipanti e recapito telefonico all'indirizzo: eventi.iictokyo@esteri.it indicando in oggetto “Concerto del 29 ottobre”

Coro Canticum novum di Solomeo

Paolo Macedonio – voce – chitarra – charango Anna Aurigi – Voce Fabio Ceccarelli – Flauti Daniela Scaletti – pianoforte Vincenzo Ritoliposi – Contrabbasso B.A.M.P. – Percussioni Sabrina Bacaro, Angela Fucci, Luca Gregori, Mariangela Pellicelli, Chiara Tomassini

Fabio Ciofini ha studiato organo, pianoforte e fortepiano al Conservatorio di Perugia rispettivamente con W. Van de Pol, M.F. Spaventi e C. Veneri e clavicembalo presso la Scuola di Musica di Fiesole con A. Fedi. Ha continuato i suoi studi in Organo presso il Conservatorio di Amsterdam con J. Van Oortmerssen ottenendo nel 1999 il “Post-Graduate” in musica barocca. Nel 1995 è stato nominato Organista titolare presso la Collegiata di S. Maria Maggiore in Collescipoli sull’organo barocco W. Hermans (1678). Tiene regolarmente concerti e Masterclass in Italia, Europa e Stati Uniti  ed è sovente ospite dei importanti Festival di musica antica (Lufthansa Festival, Oude Muziek - Utrecht, Vantaa Baroque Festival, Atlantic Festival etc). Le sue interpretazioni della musica antica e barocca riscuotono larghi consensi. Fabio Ciofini è attivo anche come direttore e concertatore. Incide per la "Bottega Discantica" - Milano, per la Loft Recordings – Seattle e la Brilliant classics (Amsterdam, NL). E’ Direttore dell’Accademia Hermans, con la quale ha lavorato con i più grandi solisti: il violinista Enrico Gatti, il soprano Roberta Invernizzi, il fortepianista Bart Van Oort (con il quale ha inciso i concerti KV 466 e 467 di W.A. Mozart per pianoforte e orchestra, giudicato dalla critica “eccezionale” - 5 stelle, rivista Musica) etc. Il suo ultimo disco dell’opera 4 di Corelli registrato con l’Ensemble Aurora (Glossa) ha vinto il prestigioso “Diapason d’oro”.

Insegna tastiere storiche presso l’Istituto Superiore di Studi Musicali “G. Briccialdi” di Terni. Dal 2010 è Direttore Artistico della Fondazione Brunello e Federica Cucinelli (Solomeo, Perugia).

Fondato nel 1986, il coro Canticum Novum, dal 1994 ha affidato la direzione al Maestro Fabio Ciofini. Filo conduttore di tutta l'attività di studio del coro, è sempre stato quello di porre la massima attenzione alla ricerca timbrica e all'accurata interpretazione del testo musicale. Il repertorio comprende oltre ai brani più classici e popolari a cappella, una ricca scelta di opere per coro ed orchestra, opere liriche eccetera. Il repertorio di W.A. Mozart va dalle opere giovanili, fino alle più mature ed impegnative, comprendenti, tra le altre, il Requiem e la Messa dell'Incoronazione. Il coro ha preso parte a diverse rassegne corali ed ha effettuato tournée in Germania, Francia, Ungheria, Repubblica Ceca, Polonia e Grecia, dove dal 2007 al 2009 ha iniziato una collaborazione con l'Ambasciata italiana per la Caritas greca. Dal 1999 organizza il Festival Villa Solomei, riscuotendo ogni anno sempre più grande successo di pubblico e critica e richiamando molti appassionati italiani e stranieri. In occasione di queste manifestazioni il Coro ha eseguito composizioni di Faurè, Vivaldi, Bach, Orff, Haydn, Rheinberger, Verdi eccetera. L'edizione del 2006 è stata interamente dedicata a Mozart, nel 250° anniversario della nascita. Nel 2009 ha portato in Teatro la Fabula in Musica "La Variante di Lüneburg" dall'omonimo romanzo di Paolo Maurensig, accompagnando la suggestiva interpretazione di Milva. Nel 2011 il Coro è stato riconosciuto dal Ministero dei Beni Culturali, come "Gruppo Amatoriale di Rilevanza Nazionale" nell'ambito delle celebrazioni per il 150° anniversario dell'Unità d'Italia. Nel 2012 per la Stagione Musicale del Teatro Cucinelli con Opera II ha rappresentato la Passione di Cristo con le coreografie del network N.U.D.A., nell'aprile dello stesso anno ha tenuto due concerti in Sicilia. Nel settembre 2013 ha partecipato alla Sagra Musicale Umbra presentando lo Stabat Mater di F.J.Haydn (1732-1809), registrato poi in CD per la Bottega Discantica di Milano per la quale ha altri due Cd pubblicati in catalogo: Il Gloria ed il Dixit Dominus di A. Vivaldi ed il Requiem Kv 626 di W.A. Mozart, disponibile anche in edizione esclusiva in vinile. Lo scorso giugno, in occasione del festival Villa Solomei ha presentato la "Misa Criolla" di A. Ramirez (1921-2010) replicandone poi l'esecuzione per la Sagra Musicale Umbra 2014.

La Fondazione Brunello e Federica Cucinelli è stata creata con l'intento di estendere e approfondire in maniera concreta gli obiettivi e gli ideali che nel corso degli anni si sono formati e hanno alimentato l'aspirazione umanistica nata a Solomeo. Recuperando il valore del rapporto tra il luogo di nascita, la vita e l'azione dell'uomo, la Fondazione vuole operare in maniera diretta nella direzione dei valori umani, intesi come relazione tra le persone e le diverse attività che animano la società degli uomini. Ogni strumento che possa dar corpo a tale volontà è lo strumento voluto, ben accetto e promosso con entusiasmo, nella convinzione – modellata dall'esperienza – che ogni manifestazione umana costituisca una forma di cultura da porre in valore. Perciò, se da un lato l'arte – in tutte le sue manifestazioni figurative, concettuali, musicali, sceniche o quante altre espressioni possa assumere – entra a pieno titolo negli obiettivi della Fondazione Brunello e Federica Cucinelli, non meno cogente è la cultura dello studio e delle ricerche di un moderno umanesimo artigianale, che recuperi ai valori dello spirito l'autenticità della prassi quotidiana tra lavoro, famiglia e ricreazione. Né si considera secondaria la forma sportiva, nella quale la fondazione vede addirittura un fondamento della cultura socievole e della quale intende non già riscoprire, ma divulgare e rendere di nuovo attuale il significato dilettantistico in quanto contrapposto a quello agonistico. Ogni contributo di donne e uomini che si riconoscano in questi ideali è una fonte di ricchezza che incarna nel migliore dei modi l'identità culturale della Fondazione Brunello e Federica Cucinelli. La Fondazione intende operare con umiltà e coerenza, nell'aspirazione di divenire con il tempo e con la sua azione una parte nobile della cultura umbra e italiana nel mondo, degna della tradizione della nostra nazione.

Informazioni

Data: Gio 29 Ott 2015

Ingresso : Libero


729